by

PREMESSA: Scorgere alcune specificità che l’adozione porta nell’adolescenza non significa che esista la CATEGORIA A PARTE degli “adolescenti adottati”.
Non è facile circoscrivere specificità ed eventuali criticità. L’adozione non deve diventare l’unica lente attraverso cui guardare.
CRITICITA’: <<Gli alunni adottati presentano una intersezionalità di specificità (possono aver subito esperienze pre-natali, peri-natali e post-natali avverse, possono aver subito abusi e traumi, istituzionalizzazioni, affidi molteplici, hanno una storia di origine differente e separata dalla storia famigliare presente, possono essere fenotipicamente differenti dalla propria famiglia adottiva, possono essere di origine straniera e aver sofferto la perdita della cultura e del linguaggio di origine, possono avere disabilità o bisogni educativi speciali, possono attraversare crisi di relazioni con le proprie famiglie adottive, ecc.) La scuola tende ad affrontare le complessità degli alunni (e in particolare luogo delle minoranze) con schemi ricorrenti quali la richiesta di certificazione (L. 104 e L. 170), la definizione di BES e il ricorso a PDP pensati esclusivamente per alunni con disturbi specifici di apprendimento. Mancano spazi di confronto fra colleghi, occasioni di supervisione, formazioni su temi quali le difficoltà di attaccamento e gli eventi traumatici.>> 2020, Ferritti, M., Guerrieri, A. . Adopted students and intersectionality, starting points for a first analysis. Educazione Interculturale, 18(2), 59-69.
Includere significa avere a che fare con un fenomeno complesso
RISORSA: I dialoghi sull’adolescenza 2021 e 2022 http://associazionegenitoriche.org
(Visited 30 times, 1 visits today)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Close Search Window